Venerdì 27 luglio 2012 ci siamo finalmente tolti un sassolino dalla scarpa... sì! Era ormai da un paio di anni che se ne parlava ma solo in occasione dell'ultima cena sociale è stata fissata concretamente una data per la grande sfida: attaccare Kaiser Zoncolan! Come spesso succede, (purtroppo...) alla resa dei conti ci siamo trovati solo in due, io e Stefano, ma non ci siamo fatti intimidire, ormai il sasso era lanciato e noi non siamo certo quelli che all'ultimo istante nascondono la mano! Nelle settimane precedenti, per quando possibile, ci siamo preparati, cercando di fare un po' più di salita e magari scegliendo i pendii più duri... e alla fine tutto è andato alla grande. Siamo partiti con il massimo del rispetto per il Kaiser ma un po' alla volta ci siamo resi conto che lo si poteva domare e alla fine nessuno dei due è andato in crisi, nessuna fermata e mai piede a terra. E' una salita maestosa, durissima e senza tregue che richiede preparazione fisica e mentale ma che non dovrebbe mancare nell'album dei ricordi di ogni appassionato di ciclismo.

 

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 30 Luglio 2012 12:09 )